Impostare il controllo parentale su Android

L’utilizzo di dispositivi con Android come ad esempio cellulari, smartphone e tablet, è sempre più frequente nella nostra vita quotidiana e quante volte lasciamo che i minori, ad esempio i nostri figli, utilizzino questo dispositivo o ne siano in possesso. Ma come possiamo assicurarci che la lor curiosità su internet non vada oltre certe soglie e che non siano coinvolti in vicende poco consone alla loro età?

Ci sono varie possibilità che possono essere usate contemporaneamente o singolarmente a seconda delle necessità:

Il Sistema Operativo Android dalla versione 4.3 ci permette di impostare dei livelli di sicurezza del dispositivo definito PARENTAL CONTROL.

Il motore di ricerca Google ci permette di filtrare i contenuti delle ricerche con un filtro chiamato SAFESEARCH

Il Browser Google Chrome offre ai genitori la possibilità di monitorare la navigazione dei figli. La nuova funzione “utenti supervisionati”.

Determinate applicazioni nello Store di Google Play ci permettono un blocco o controllo avanzato dei minori sull’utilizzo del dispositivo.

Queste sono le principali modalità per avere una determinata sicurezza dell’uso di un dispositivo da parte di minori senza dover eseguire un controllo ossessivo durante l’utilizzo di Android e dare una certa libertà ai minori.

 

 

Circa Staff

Vedi anche

FotoScan, le vecchie foto rivivono grazie allo smartphone

Google ha presentato FotoScan, un’applicazione per digitalizzare le vecchie foto stampate su carta fotografica, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.