Sponsor

Telecamere Videosorveglianza e sicurezza per non trovarsi sorprese

Le telecamere, la videosorveglianza e la sicurezza per non ritrovarsi sorprese sgradite

Family Hacker videocam

Quando parliamo di videosorveglianza parliamo di telecamere, videocamere, e sistemi di gestione e registrazione (NVR o DVR)

Ai tempi di oggi molte videocamere sono IP e la casa produttrice offre servizi di App per smartphone per poter visualizzare le telecamere in casa direttamente dal proprio smartphone.

Purtroppo tanti utenti non utilizzano password forti e alcuni si sono trovati con problemi di intrusi nel microfono ed altoparlante della telecamere. di seguito alcuni esempi trovati in rete:

Usa, Babbo Natale è nella videocamera: l’inquietante cyber-intrusione nella stanza dei bambini

Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate – Sbirciare nelle case altrui non è mai stato così semplice.

Le Smart Security Cam? Non proprio così sicure – Dei criminal hacker hanno creato un software per violare i server e le singole videocamere di sorveglianza domestiche

e possiamo trovare molte altre notizie in merito scrivendo su Google: Telecamere Hackerate.

 

Quali sono i problemi sulla sicurezza delle telecamere

Se parliamo di telecamere di cui per collegarci da remoto utilizziamo app su smartphone rilasciate dalla casa produttrice ci potrebbero essere delle falle.

Anche nei software più specializzati può capitare che ci siano delle falle, ma il problema è più remoto, in quanto i software di videosorveglianza possono essere più professionali.

Sappiamo bene che la facilità di connettersi senza intervento di tecnici abbassa i costi e la semplicità di connessione ma proprio per questo sono più facili da violare.

 

La sicurezza delle Password

La password utilizzata per ilcollegamento del remoto è necessario che sia abbastanza lunga e complicata, si sussgerisce una lunghezza minima di 10 caratteri, che non sia una parola definita, che contenga numeri, che le lettere siano minuscole e maiuscole ed infine che contengano almeneo un carattere speciale.

Abbiamo notato invece che in molti usano parole che gli ricordino qualcosa, dunque termini definiti.

Sistemi di brute force (tentativi automatici di ripetizione inserimento password con logaritmi professionali) possono metterci pochi istanti per arrivare a conoscere la password.

 

Cosa può accadere se la telecamera viene violata

Filmati

Innanzitutto il violatore (hacker) viene in possesso dei vostri filmati, che potrebbero essere semplici o compromettenti.

I filmati semplici potrebbero essere venduti per fare pubblicità o filmati di cui magari voi non ne verrete mai a conoscenza, il danno può essere limitato. Alcuni di noi potrebbero sentirsi violati nella propria intimità familiare se lo sapessero.

I filmati compromettenti possono essere via di ricatti ed estorsioni con richieste consistenti, una pratica all’ordine del giorno.

Microfono

La telecamera può essere dotata inoltre di microfono, in questo caso oltre alla registrazione video può anche essere fatta la registrazione audio.

Audio

Oltre ai filmati e il microfono ambientale la telecamera potrebbe essere dotata di altoparlante e dunque potreste sentire voci estranne in casa voi o magari potreste sentire qualcuno che parla coi vostri figli. Insomma una cosa inquietante e non sapreste con chi prendervela.

 

Furti nelle case

Molti utilizzano le telecamere come sistema antifurto attivando la rilevazione di movimento.

Il malintenzionato che riesce ad entrare nelle vostre telecamere ne prende pieno possesso, può modificare le impostazioni, disattivare le notifiche, etc.; insomma il vostro sistema antifurto è stato compromesso.

 

Conclusioni

La vostra privacy vale più di un basso costo, di una scelta sbagliata, di una password facile da ricordare.

E’ consigliabile utilizzare sistemi hardware e software professionali.

Non esitate a contattarci per consulenze sulla vostra sicurezza e privacy.

 

 

Nel Web

Cerca con Google

google-searchNon hai trovato quello che cercavi?

prova a fare una ricerca con Google