Sponsor

File P7M la firma digitale e il software

P7M Firma digitale

P7M Firma digitale

File P7M la firma digitale e il software

Windows, Linux e MAC

L’evoluzione della firma digitale e il continuo sviluppo di soluzioni porta ad aggiornare un argomento già iniziato in File p7m cosa sono e come si aprono con maggiori informazioni.

 

Con l’avanzare dei tempi la firma digitale è sempre più necessaria e quasi obbligatoria. Ci sono casi in quali senza firma digitale non è possibile eseguire alcune pratiche, vedasi ad esempio la fattura elettronica.

Obbligatorietà della firma digitale

Anche se non esite una vera e propria obbligatorietà sarebbe opportuno provvedere ad attivarsi per generarne una. In alcuni casi la Camera di Commercio per i nuovi imprenditori può richiedere la firma digitale al fine di attivare la procedura di iscrizione, leggi qui sul sito di registroimprese.it.

A chi va intestata la firma digitale

La firma digitale è intestata univocamente alla persona fisica, la quale può coprire una o più cariche all’interno della stessa azienda o anche in altre azienda. In qualsiasi caso la firma digitale è intestata alla persona fisica quindi può essere utilizzata dalla persona stessa anche per più aziende in cui copra incarichi di responsabilità.

Qui alcune informazioni in merito, Camera di Commercio Ravenna.

Quali documenti si possono firmare con la firma digitale

Con la firma digitale è possibile firmare singoli file di qualiasi formato, anche file compressi (esempio .zip, .7zip, etc.).

Nel caso vogliamo firmare una directory (cartella) possiamo prima comprimerla con un programma di compressione che genererà un file unico contenente la cartella e quanto in essa presente. Un software che consgilio per la compressione dei file è 7zip, un software di libera installazione e completo, anche in lingua italiana, rilasciato gratuitamente con licenza GNU LGPL + unRAR restritions.

Un file firmato digitalmente assume il formato p7m, ovvero supponiamo di firmare un file di testo (esempio odt, oppure doc) ma nell’esempio utilizziamo il file di testo con estensione odt che abbiamo salvato con il nome “file da firmare.odt” una volta firmato può assumere ilnome “file da firmare.odt.p7m”.

Stessa cosa vale per un file compresso, esempio “mio archivio.zip” che una volta firmato può assumere il nome di “mio archivio.zip.p7m”.

Come funziona la firma digitale?

La firma digitale sono delle credenziali contenute all’interno di un chip che nella norma viene presentato nella forma di sim o tessera. Ultimamente molti provider tendono a rilasciare inseime alla firma digitale anche la Carta Nazionale dei Servizi.

Per poter leggere la firma digitale in formato tessera è necessario munirsi di lettore di smart card. Nella norma i provider di firme digitali tendono a rilasciare un kit comprendente sia la smart card che il lettore (card reader per smart card).

La firma digitale in formato SIM viene rilasciata su un lettore USB, tipo pennino dati, tanto per intenderci e come tale può contenere una memoria in grado di archiviare al suo interno una certa quantità di documenti.

Dove posso acquistare la firma digitale?

La firma può essere acquistata solo dai certificatori accreditati, sul Sito Web della Agenzia per l’Italia Digitale viene rilasciata una tabella con l’elenco dei certificatori accreditati, i relativi Siti Web, ed i servizi compresi.

Prima di fare l’acquisto della firma frima digitale è bene conoscere quali servizi, software e hardware vengono rilasciati insieme al certificato, questo per non incappare in scelte sbagliate che ci porterebbero:

  • alla ricerca di software o hardware alternativi per effettuare la firma
  • trovarsi nell’impossibilità di utilizzare il kit di firma digitale sul proprio sistema operativo
  • non essere in grado di firmare i documenti o gli archivi di cui si abbisonga

Nella Vostra città, in Rete, ma anche da consulenti o prestatori di servizi informatici ( ad esempio me) potrete trovare la giusta consulenza o acquistare il servizio che sia più idoneo alle vostre esigenze.

Gli strumenti di verifica della firma digitale

Se siete già in possesso della firma digitale e quindi utilizzate già un software dedicato, potete tranquillamente eseguire la verifica atraverso lo stesso software.

In altri casi è possibile utilizzare software o sistemi di verifica presenti on line (su internet), sul sito ufficiale dell’ Agenzia per l’Italia Digitale, potrete trovare i vari software e servizi per la verifica della firma digitale,

Conclusioni

Con questo articolo si è voluto mettere più in chiaro il termine di firma digitale già discusso in un’articolo precedente.

Diciamo che se anche non obbligatoria, forse, è comunque necessario per qualsiasi attività odierna munirsi di firma digitale.

Nella speranza di essere stato esaustivo, vi invito comunue a contattarmi per maggiori delucidazioni.

 

 

 

 

1 Comment

Comments are closed.

Nel Web

Cerca con Google

google-searchNon hai trovato quello che cercavi?

prova a fare una ricerca con Google